incontri con artisti (lezioni esperienziali e workshop) ed esperienze di Biodanza con didatta

encounters with artists (experience lectures and workshop) and Biodanza experiences with didatta

LICA LABORATORIO INTERNAZIONALE DI CREATIVITA’ ARTISTICA

un progetto di Francesco Binfaré e Silvia Signorelli

 

Ci è voluto tempo perché il progetto LICA Laboratorio Internazionale Creatività Artistica prendesse forma, un seme gettato nel nostro giardino sulla collina di Segalari alcuni anni fa e che attualmente butta le prime gemme in questo tempo primaverile.

Ci è voluta anche l’esperienza della pandemia lungo il 2020, che dura tuttora, per far sì che un concetto diventasse immagine, a partire dall’ascolto delle nostre vite e dell’Arte come via di scampo, della poesia, della voce, della parola e del dialogo innanzitutto come ancore di salvezza.

Infine, ci è voluto di rinnovare la nostra vita vivendo per periodi più lunghi immersi nella bellezza della campagna toscana che ci ha pervaso.

 

Immaginiamo LICA come un percorso lungo il quale sperimentare alcune forme d’Arte, alcune modalità espressive con le quali l’Arte si incarna, dalla poesia al movimento, dal canto al disegno, dal teatro alla pittura e alla scultura, ecc., e ascoltare come ciascuna dialoga con la nostra vita, con la vita di ciascuno, quale forma e significato specifici queste forme d’Arte assumono per ciascuno di noi.

E magari trarne ispirazione e stimolo per sperimentare nella vita e magari dare inizio a una propria espressione artistica o nutrire una modalità già intrapresa.

E chissà, magari, scoprire o riscoprire il proprio modo, unico e irripetibile, di essere, nella vita e nell’Arte.

 

Il percorso complessivo lo stiamo disegnando, le diverse idee si stanno chiamando l’un l’altra e stanno componendo un coro di molteplici voci.

Questo percorso si compone di una decina di moduli, ciascuno dedicato a una forma dell’Arte.

Il singolo modulo, a sua volta, si compone di una esperienza di Biodanza, l’Arte della Vita, come l’ha definita il creatore della Biodanza, il professor Rolando Toro Araneda, e di un incontro workshop con una specifica modalità espressiva e dunque con un artista.

Attraverso l’esperienza con Biodanza, sia teorica sia pratica (vivencial) esploreremo in particolare la creatività esistenziale e artistica, la potenzialità di creare la propria vita così come di creare con Arte, potenziale che appartiene a ciascun essere umano e che è espressione di un potenziale ancora più ampio e profondo: la nostra grandezza.

Il professor Toro Araneda, ha dato a questo potenziale il nome di Inconscio Numinoso, lo splendore dell’essere umano, che trova nell’Arte la sua espressione più meravigliosa.

L’incontro workshop con l’artista, che riveste un ruolo centrale, riguarderà specificamente la modalità espressiva-tema del singolo modulo; l’artista presenterà il proprio percorso e la propria opera, condividerà la propria esperienza e stimolerà i partecipanti nell’esplorazione.

 

La maggior parte dei moduli si svolgerà a Milano in Lombardia, alcuni moduli potrebbero svolgersi in Toscana.

La durata di ciascun modulo può variare dal fine-settimana alla tre-giorni fino alla settimana di arte-vacanza.

 

Le lingue di comunicazione principali sono Italiano e Inglese.

Prevediamo la presenza anche dello Spagnolo e del Francese.

Organizzeremo il lavoro in maniera tale da assicurare la traduzione almeno in una lingua.

 

LICA sarà un intenso dialogo tra le persone e un intenso dialogo con le forme dell’Arte: sarà dunque un intenso dialogo con la Vita!

Ogni momento che dedichiamo a questo progetto è per noi fonte di gioia e di crescita, per questo desideriamo condividerlo con tante persone attratte dalla bellezza di questo percorso unico, dalla possibilità di rinnovare la propria vita incontrando l’arte e nutrire la propria Arte incontrando gli Altri.

 

Francesco e Silvia, Castagneto Carducci, marzo 2021

 

LICA INTERNATIONAL WORKSHOP OF ARTISTIC CREATIVITY

a project by Francesco Binfaré and Silvia Signorelli

 

It has taken time for the LICA International Laboratory for Artistic Creativity project to take shape, the seed was sown in our garden on Tuscany hills a few years ago and it is now throwing out its first buds in this warm weather.

It also took the experience of the pandemic from the 2020s, which is still ongoing, to turn a concept into an image, starting with listening to our lives and having Art as an outlet; poetry, voice, speech and dialogue above all, as anchors of salvation.

Finally, we wanted to renew our lives by living immersed in the beauty of the Tuscan countryside that pervaded us, for longer periods.

 

We imagine LICA as a pathway alongside which to experiment with certain forms of Art, certain expressive modes through which Art is embodied, from poetry to movement, from singing to drawing, from theatre to painting and sculpture, etc.

We wanted to listen to how each of these dialogue with our own lives, and with the lives of each of us and the specific form and meaning that these forms of Art take on for us.

And, perhaps draw inspiration and stimulus from them to experiment in our lives and start our own artistic expression, or nurture a medium that we have already commenced.

And who knows, possibly discover or rediscover our own unique and unrepeatable way of being, in life and in Art.

 

We are in the process of designing the overall path, the different ideas are calling each other and composing a chorus of multiple voices.

This path consists of around ten modules, each dedicated to a form of Art.

Each module, in turn, consists of a Biodanza experience, the Art of Life as the creator of Biodanza, Professor Rolando Toro Araneda defined it, and a workshop meeting for each specific form of expression, and therefore with an artist.

Through the theoretical and practical (vivencial) experience with Biodanza, we will explore, in particular, existential and artistic creativity, the potential to create one's own life as well as to create with Art, a potential that belongs to each human being and that is the expression of an even wider and deeper potential: our greatness.

 

Professor Toro Araneda, has given a name to this potential, calling it the Numinous Unconscious, the splendour of the human being. It finds its most wonderful expression in Art.

The workshop meeting with the artist, who plays a central role, will specifically address the manner of expression-theme of the individual module; the artist will present his or her path and work, share his or her experience and stimulate the participants in their exploration.

 

Most of the modules will take place in Milan in Lombardy, some modules may take place in Tuscany.

The duration of each module can vary from a weekend to three days to week-long art holiday.

 

The main languages of communication are Italian and English.

Spanish and French are also anticipated.

We will organise the work in such a way as to ensure translation into at least one language.

 

LICA will be an intense dialogue between people and an intense dialogue with forms of Art: it will therefore be an intense dialogue with Life!

Every moment we devote to this project is a source of joy and growth for us, which is why we wish to share it with many people who are attracted by the beauty of this unique journey, by the possibility of renewing their own life encountering art and of nourishing their own art by meeting Others.

 

Francesco and Silvia, Castagneto Carducci, March 2021

Francesco Binfaré

 

Francesco Binfaré nasce a Milano nel 1939. Giovanissimo, si avvia al disegno e alla pittura, che diventano gli strumenti principali del suo processo creativo. Durante la guerra, si rifugia in un piccolo centro della Valtellina, dove si immerge nella contemplazione estetica della natura e si avvicina all’arte. Decisivo per la formazione e la carriera professionale è l’incontro del 1960 con Cesare Cassina, che lo introduce nel mondo del design. Lavora per Cassina dal 1969 al 1990, ricoprendo i ruoli di direttore del laboratorio di ricerca Centro Cassina, dove propone esperienze di creatività collettiva, e poi di direttore artistico dell’azienda. Segue nel frattempo altri itinerari di ricerca: nell’intento di mettere in produzione oggetti in serie limitate fonda la Bracciodiferro con Alessandro Mendini e Gaetano Pesce nel 1971. Tre anni più tardi, fonda Environmedia per sfruttare le possibilità creative offerte dai nuovi strumenti di comunicazione, con Mario Bellini e Pierpaolo Saporito. I viaggi tra l’India, gli Stati Uniti e il Giappone, che si susseguono in questo periodo, sono continue fonti di stimoli.  Apre lo studio professionale Centro Design e Comunicazione nel 1980: collabora con Cassina, Venini e De Padova e inventa il concept di eventi culturali. Nel 1990, con la creazione della serie di grandi dipinti “Tracce emozionali domestiche”, inizia una nuova stagione creativa, anche grazie allo stringersi di un fecondo rapporto con il critico Pierre Restany. Allora si consolida la concezione del divano come opera d’arte e simbolica installazione domestica. Affinando parallelamente la visione progettuale e l’innovazione tecnologica del prodotto, immagina divani sempre più scultorei e destrutturati, con sedute comode e forme variabili. Grazie alla collaborazione con Edra, che comincia nel 1992, realizza icone come On the Rocks, Sfatto, Standard, Pack prodotto dell’anno del Salone del Mobile 2017, e Flap entrato nella collezione del MoMA di New York. Il suo intenso percorso artistico è raccontato nella monografia pubblicata da Electa nel 2018.

 

Autore di LICA Laboratorio Internazionale Creatività Artistica insieme a Silvia Signorelli

 

Insegnante Didatta di Biodanza. Membro del Collegio Docenti della Scuola di Biodanza di Anversa, Belgio. E' specializzato in Progetto Minotauro, l'estensione terapeutica di Biodanza

il cui obiettivo è il superamento delle paure esistenziali, e in Biodanza nei Luoghi di Lavoro.

Conduce regolarmente corsi settimanali e stage di Biodanza per adulti

e moduli di formazione per le Scuole di Biodanza BRT.

SI è titolato in Biodanza presso Scuolatoro UNIPIB a Milano (www.scuolatoro.com)

con una monografia dal titolo L’arte per la vita, la vita per l’arte.

 

La lunga esperienza nel campo della Creatività l’ha portato ad approfondire

i processi di scoperta e di crescita dell’identità creativa della persona

e di apertura verso l'altro.

 

 

Francesco Binfaré was born in Milan in 1939. At a very young age, he started drawing and painting, and these became the main tools of his creative process. During the war, he took refuge in a small village in Valtellina, where he immersed himself in the aesthetic contemplation of nature and approached art. His meeting in 1960 with Cesare Cassina, who introduced him to the world of design, was a decisive factor in his training and professional career. He worked for Cassina from 1969 to 1990, serving firstly as director of the Centro Cassina research laboratory, where he proposed experiences of collective creativity, and then as the company's artistic director. In the meantime, he followed other research paths: with the aim of producing objects in limited series he founded Bracciodiferro with Alessandro Mendini and Gaetano Pesce in 1971. Three years later, he founded Environmedia to exploit the creative possibilities offered by the new communication tools, with Mario Bellini and Pierpaolo Saporito. His travels to India, the United States and Japan during this period were a constant source of stimuli.  He opened the professional studio Centro Design e Comunicazione in 1980: he collaborated with Cassina, Venini and De Padova and invented the concept of cultural events. In 1990, with the creation of the series of large paintings "Tracce emozionali domestiche" (Emotional domestic traces), a new creative season began, also thanks to the establishment of a fruitful relationship with the critic Pierre Restany. The concept of the sofa as a work of art and a symbolic domestic installation was consolidated. At the same time, he refined his design vision and the technological innovation of the product, imagining increasingly sculptural and deconstructed sofas, with comfortable seats and variable shapes. Thanks to his collaboration with Edra, which began in 1992, he has created icons such as On the Rocks, Sfatto, Standard, Pack product of the year at the 2017 Salone del Mobile, and Flap, which has entered the collection of the MoMA in New York. His intense artistic career is recounted in the monograph published by Electa in 2018.

 

Author of LICA International Workshop of Artistic Creativity together with Silvia Signorelli

Didactic Teacher of Biodanza. Member of the Teaching Board of the Biodanza School of Antwerp, Belgium. He is specialized in the Minotaur Project, the therapeutic extension of Biodanza

whose goal is the overcoming of existential fears, and in Biodanza in the Workplace. He regularly conducts weekly courses and workshops of Biodanza for adults as well as training modules for BRT Biodanza Schools.

He graduated in Biodanza at Scuolatoro UNIPIB in Milan (www.scuolatoro.com) with a monograph entitled L'arte per la vita, la vita per l'arte (Art for Life, Life for Art).

His long experience in the field of Creativity has led him to deepen the processes of discovery and a person’s growth of creative identity and openness to the other.

 

 

francescobinfare@gmail.com

www.francescobinfare.it

www.progettovitale.it

 

 

 

 

 

Silvia Signorelli

 

Nata a Bergamo nel 1966.

Presidente di AIPOB - Associazione Internazionale Professionale Operatori di Biodanza Sistema Rolando Toro Araneda. Operatore Didatta di Biodanza (Biodanza Original).

La sua formazione in Biodanza si è svolta presso Scuolatoro UNIPIB Milano (www.scuolatoro.com), titolandosi con una monografia dedicata al tema dell’Identità in Biodanza in relazione al pensiero filosofico contemporaneo. È specializzata in Biodanza Clinica, Biodanza e Neuroscienze, Biodanza per Bambini e Adolescenti, Progetto Minotauro e Biodanza nei Luoghi di Lavoro. Conduce regolarmente corsi settimanali e stage di Biodanza per adulti e moduli di formazione per le Scuole di Biodanza BRT; ha proposto esperienze di Biodanza in ambito accademico e presso la Scuola Europea di Counseling ASPIC a Milano. Iscritta al Registro Regione Lombardia Operatori DBN. Coordinatore della Scuola di Biodanza di Anversa e membro del Collegio Docenti. Membro del Comitato Etico LIB Institute e membro del Comitato Ricerca Biocentrica BRT.

Professional Counselor, si è diplomata presso ASPIC Milano (approccio pluralistico-integrato), svolge regolarmente la professione sia con clienti individuali sia con gruppi per facilitare l’attivazione delle risorse personali per il raggiungimento di obiettivi di crescita personale e di benessere. Nel 2016 ha inaugurato il servizio di Counseling per gli studenti di NABA e Domus Academy. Iscritta a REICO associazione professionale di Counseling,

 

Autore, insieme a Francesco Binfaré, e Coordinatore di LICA Laboratorio Internazionale Creatività Artistica.

 

Nel gennaio 2009 ha pubblicato il suo primo libro di poesie, dal titolo La tua voce sonora / Tu voz sonora, con testo unico di Rolando Toro Araneda e prefazione di Meeten Nasr. Sta attualmente curando la pubblicazione della sua seconda raccolta di poesie.

 

Laureata in Lettere Moderne, specializzazione in Drammaturgia teorica, presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, con una tesi intitolata La poetica dello spazio scenico nel teatro di Luca Ronconi.

 

 

Born in Bergamo in 1966.

President of AIPOB - International Association of Professional Biodanza Teachers, Rolando Toro Araneda System. Didactic Teacher of Biodanza (Original Biodanza).

Her training in Biodanza took place at Scuolatoro UNIPIB Milan (www.scuolatoro.com), she gained her title with a monograph dedicated to the theme of Identity in Biodanza in relation to contemporary philosophical thought. She is specialized in Clinical Biodanza, Biodanza and Neuroscience, Biodanza for Children and Adolescents, Minotaur Project and Biodanza in the Workplace. She regularly conducts weekly courses and stages of Biodanza for adults and training modules for BRT Biodanza Schools; she has proposed Biodanza experiences in the academic field and at the ASPIC European School of Counselling in Milan. Enrolled in the Lombardy Region Register of DBN practitioners. Coordinator of the Biodanza School of Antwerp and member of the Teaching Board. Member of the LIB Institute’s Ethics Committee and member of the BRT Biocentric Research Committee.

Professional Counsellor, she graduated from ASPIC Milan (pluralistic-integrated approach), and she regularly performs the profession both with individual clients and with groups to facilitate the activation of personal resources to achieve the goals of personal growth and well-being. In 2016 she inaugurated the counselling service for students of NABA and Domus Academy. Registered with REICO Professional Association of Counselling,

 

Author, together with Francesco Binfaré, and Coordinator of LICA LICA International Workshop Of Artistic Creativity.

 

In January 2009 she published her first book of poems, entitled La tua voce sonora / Tu voz Sonora (Your sonorous voice), with a unique text by Rolando Toro Araneda and a preface by Meeten Nasr. She is currently editing the publication of her second collection of poems.

 

Graduated in Modern Literature, with a specialization in Theoretical Dramaturgy, at the Catholic University of Sacred Heart of Milan, with a thesis entitled La poetica dello spazio scenico nel teatro di Luca Ronconi (The poetics of stage space in Luca Ronconi's theatre).

 

 

silvia.signorelli44@gmail.com

www.progettovitale.it

www.biodanzaschoolantwerpen.be

www.libinstitute.eu/

www.biodanzarolandotoro.com

 

incontri con artisti (lezioni esperienziali e workshop)

ed esperienze di Biodanza con didatta

 

encounters with artists (experience lectures and workshop)

and Biodanza experiences with didatta

Francesco Binfaré

 

Francesco Binfaré nasce a Milano nel 1939. Giovanissimo, si avvia al disegno e alla pittura, che diventano gli strumenti principali del suo processo creativo. Durante la guerra, si rifugia in un piccolo centro della Valtellina, dove si immerge nella contemplazione estetica della natura e si avvicina all’arte. Decisivo per la formazione e la carriera professionale è l’incontro del 1960 con Cesare Cassina, che lo introduce nel mondo del design. Lavora per Cassina dal 1969 al 1990, ricoprendo i ruoli di direttore del laboratorio di ricerca Centro Cassina, dove propone esperienze di creatività collettiva, e poi di direttore artistico dell’azienda. Segue nel frattempo altri itinerari di ricerca: nell’intento di mettere in produzione oggetti in serie limitate fonda la Bracciodiferro con Alessandro Mendini e Gaetano Pesce nel 1971. Tre anni più tardi, fonda Environmedia per sfruttare le possibilità creative offerte dai nuovi strumenti di comunicazione, con Mario Bellini e Pierpaolo Saporito. I viaggi tra l’India, gli Stati Uniti e il Giappone, che si susseguono in questo periodo, sono continue fonti di stimoli.  Apre lo studio professionale Centro Design e Comunicazione nel 1980: collabora con Cassina, Venini e De Padova e inventa il concept di eventi culturali. Nel 1990, con la creazione della serie di grandi dipinti “Tracce emozionali domestiche”, inizia una nuova stagione creativa, anche grazie allo stringersi di un fecondo rapporto con il critico Pierre Restany. Allora si consolida la concezione del divano come opera d’arte e simbolica installazione domestica. Affinando parallelamente la visione progettuale e l’innovazione tecnologica del prodotto, immagina divani sempre più scultorei e destrutturati, con sedute comode e forme variabili. Grazie alla collaborazione con Edra, che comincia nel 1992, realizza icone come On the Rocks, Sfatto, Standard, Pack prodotto dell’anno del Salone del Mobile 2017, e Flap entrato nella collezione del MoMA di New York. Il suo intenso percorso artistico è raccontato nella monografia pubblicata da Electa nel 2018.

 

Autore di LICA Laboratorio Internazionale Creatività Artistica insieme a Silvia Signorelli

 

Insegnante Didatta di Biodanza. Membro del Collegio Docenti della Scuola di Biodanza di Anversa, Belgio. E' specializzato in Progetto Minotauro, l'estensione terapeutica di Biodanza

il cui obiettivo è il superamento delle paure esistenziali, e in Biodanza nei Luoghi di Lavoro.

Conduce regolarmente corsi settimanali e stage di Biodanza per adulti

e moduli di formazione per le Scuole di Biodanza BRT.

SI è titolato in Biodanza presso Scuolatoro UNIPIB a Milano (www.scuolatoro.com)

con una monografia dal titolo L’arte per la vita, la vita per l’arte.

 

La lunga esperienza nel campo della Creatività l’ha portato ad approfondire

i processi di scoperta e di crescita dell’identità creativa della persona

e di apertura verso l'altro.

 

francescobinfare@gmail.com

www.francescobinfare.it

www.progettovitale.it

 

 

 

Silvia Signorelli

 

Nata a Bergamo nel 1966.

Presidente di AIPOB - Associazione Internazionale Professionale Operatori di Biodanza Sistema Rolando Toro Araneda. Operatore Didatta di Biodanza (Biodanza Original).

La sua formazione in Biodanza si è svolta presso Scuolatoro UNIPIB Milano (www.scuolatoro.com), titolandosi con una monografia dedicata al tema dell’Identità in Biodanza in relazione al pensiero filosofico contemporaneo. È specializzata in Biodanza Clinica, Biodanza e Neuroscienze, Biodanza per Bambini e Adolescenti, Progetto Minotauro e Biodanza nei Luoghi di Lavoro. Conduce regolarmente corsi settimanali e stage di Biodanza per adulti e moduli di formazione per le Scuole di Biodanza BRT; ha proposto esperienze di Biodanza in ambito accademico e presso la Scuola Europea di Counseling ASPIC a Milano. Iscritta al Registro Regione Lombardia Operatori DBN. Coordinatore della Scuola di Biodanza di Anversa e membro del Collegio Docenti. Membro del Comitato Etico LIB Institute e membro del Comitato Ricerca Biocentrica BRT.

Professional Counselor, si è diplomata presso ASPIC Milano (approccio pluralistico-integrato), svolge regolarmente la professione sia con clienti individuali sia con gruppi per facilitare l’attivazione delle risorse personali per il raggiungimento di obiettivi di crescita personale e di benessere. Nel 2016 ha inaugurato il servizio di Counseling per gli studenti di NABA e Domus Academy. Iscritta a REICO associazione professionale di Counseling,

 

Autore, insieme a Francesco Binfaré, e Coordinatore di LICA Laboratorio Internazionale Creatività Artistica.

 

Nel gennaio 2009 ha pubblicato il suo primo libro di poesie, dal titolo La tua voce sonora / Tu voz sonora, con testo unico di Rolando Toro Araneda e prefazione di Meeten Nasr. Sta attualmente curando la pubblicazione della sua seconda raccolta di poesie.

 

Laureata in Lettere Moderne, specializzazione in Drammaturgia teorica, presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, con una tesi intitolata La poetica dello spazio scenico nel teatro di Luca Ronconi.

 

silvia.signorelli44@gmail.com

www.progettovitale.it

www.biodanzaschoolantwerpen.be